TRAMA DEI MIEI DESIDERI

ovvero I DESIDERATA DI UN VISIONARIO


Mi sono sempre chiesto quale fosse la cosa più importante che un essere umano potesse fare in questo mondo. Mi sono sempre chiesto perché non ci fosse mai nessuno capace con un solo gesto di sistemare tutto. Mi sono sempre chiesto perché non ci fosse al mondo nessuno in grado con una sola parola di fermare una guerra. Mi sono sempre chiesto perché non ci fosse al mondo nessuno in grado di rendere giustizia a chi giustizia non ce l’ha. Mi sono sempre chiesto perché non ci fosse al mondo nessuno in grado di dirmi quello che dovevo fare, come lo dovevo fare, e soprattutto perché lo dovevo fare.


Ho scoperto che nessuno è in grado di fare queste cose, non è ancora nata la persona in grado di controllare il mondo, e comunque chiunque diventasse tanto potente per farlo, dovrà sempre misurarsi con un altro che lo limiterà, che non gli consentirà di essere l’unico reggente.


E’ la storia del mondo, della vita, della ripetizione infinita, non c’è un vincitore, per il semplice fatto che non sono previsti vincitori nella vita, e per questo che nessuno potrà mai regnare indisturbato.



Panorama Formello
Crredit: Alberto M. Trabucco

Evviva la natura. Sarà scontato ma è un pensiero profondo, un assoluto di inestimabile valore, la natura è il luogo per la ristorazione dell’anima e come tale va rispettata, va difesa. Raggiungere le vette di una collina per godere della aria pulita, dei profumi della vegetazione, della vista panoramica, è un esercizio che stimola l’intelligenza e aiuta a disintossicarsi dai controsensi della città.


Ma la fuga verso la campagna è spesso accompagnata da moderne sorprese, e capita a volte di trovarsi faccia a faccia con incomprensibili obrobri creati dell’esistenza umana. Visti da vicino sono veramente orripilanti, ed oltre al disturbo estetico provocano fastidio cellulare e irritazione nevosa.



Antenna 5G Formello
Credit: Alberto M. Trabucco


Antenna 5G Formello
Credit: Alberto M. Trabucco

Antenna 5G Formello
Credit: Alberto M. Trabucco

Ditemi Voi, come vogliamo affrontare l’argomento? Vogliamo fare la parte dei complottisti e parlare di cosa vogliono fare con il 5G a noi esseri umani, oppure lo vogliamo vedere la cosa dal punto di vista economico, come stanno costruendo una nuova infrastruttura ad alta velocità a nostre spese, e come poi ci fanno pagare per usare l’infrastruttura che hanno costruito con i nostri soldi. Che poi è la storia della nostra vita, Alitalia, la Fiat, le Autostrade, ecc. ecc.


Io oggi la voglio vedere dal lato ambientalista, e della salute pubblica.

- Innanzitutto sono brutte, mastodontiche installazioni ridicolmente mascherate da alberi che deturpano il paesaggio.

- In secondo luogo sono pericolose, installazioni ad alto potenziale elettrico posizionate in zone agricole e vicinanze boschive facilmente infiammabili.

- In terzo luogo fanno male alla salute, sono altamente radioattive, creano forti campi elettro magnetici che disturbano le attività della natura, della flora e della fauna circostante.

Ma chi vogliono prendere in giro?

Ho deciso di diventare ambientalista, e fare la guerra alle torri di antenne.


Germoglio
Credit: Alberto M. Trabucco

Per fortuna la natura non la ferma nessuno.

Mi raccontava mio nonno, che per altro non ho conosciuto perché morto prima che io nascessi, che durante la prima e anche durante la seconda guerra mondiale, nonostante i popoli fossero in lotta tra loro, nonostante le persone si ammazzassero tra loro, nonostante le bombe e le atrocità perpetrate da menti malate, i fiori e gli uccelli continuavano la loro esistenza, così come le mucche, i maiali, e le galline, così come tutti gli animali, a parte quelli coinvolti in battaglia, e tutte le specie della flora e della fauna.


Solo gli uomini erano in guerra. Tutto il resto del mondo era in pace, e viveva naturalmente.



germoglio
Credit: Alberto M. Trabucco

Facciamo un quiz: arrivi in cima ad una splendida collina, nel bel mezzo di un parco naturale, oasi protetta, e ci trovi un’albero elettronico. Ma che ci siamo bruciati il cervello? No, forse ancora no, ma presto accadrà. 3G4G5G6G7G8G9G.


Domanda: fino a che punto saresti intenzionato a perdere sovranità nei confronti della macchina?

Beh intanto una cosa, sei cosciente di essere un umano? Sei cosciente di essere un uomo, di possedere una intelligenza, di essere vivo e di vivere su questa terra?

Bene, dubito che tu lo sia, ma proseguiamo.

Se sei cosciente di essere un essere umano, allora dovresti sapere che su questa terra sono gli esseri umani che ci vivono, io, tu, i tuoi genitori, i tuoi amici, i tuoi familiari. E tu per loro vuoi questo? Vuoi che si riducano a larve al servizio di macchine che controllano le loro facoltà mentali? La loro attività fisico chimica? Macchine che controllano i loro sentimenti, le loro emozioni, i loro pensieri?


Se è questo che vuoi, allora pillola BLU. Tutto quello che ti ho detto lo dimenticherai, ti sveglierai a casa tua, nel tuo letto, vicino al/alla tuo/a compagno/a, con il tuo cane e i tuoi figli a fianco. Una bella vita etico/ideologico/religiosa, un po' di illuminismo, due fili di perbenismo, una confezione di preservativi e un pacchetto di mascherine sempre nel cruscotto della tua auto. D’altronde non si sa mai. E vai Juppie!


Se questo invece non ti piace, non ti convince, o anche solo un po' ti insospettisce, allora pillola ROSSA. Accendi l’allarme e comincia a pensare con la tua testa. E’ probabile che poi non riconoscerai più la tua vita precedente, non riconoscerai più la tua camera da letto, i tuoi figli ti guarderanno con sospetto, il tuo cane ti abbaierà contro e tenterà di azzannarti alle caviglie. Ma tu troverai la verità, e scoprirai te stesso, e scoprirai di essere una persona migliore, una grande persona. Sarà l’unica tua consolazione, perderai tutto, ma troverai te stesso.


Tu sai cosa lasci, ma non sai cosa trovi. Questa è la fregatura assoluta, sai benissimo cosa stai lasciando, e sai benissimo che quello che troverai sarà bellissimo, ma non hai il coraggio di farlo.



Germoglio
Credit: Alberto M. Trabucco

Cammina, cammina lontano, cammina lontano nel mondo, cammina lontano nel mondo e trova il germoglio della tua esistenza, l’origine, la causa del tuo essere al mondo. Ci sarà un motivo perché stiamo qua, ognuno di noi, perché? Ve lo siete mai chiesti perché, perché tra milioni di ovuli e spermatozoi proprio io? Io lo so perché, pillola ROSSA.


La vita va avanti, ma non per tutti, chi sbaglia a tirare i dadi e non controlla la propria fortuna va dritto in prigione, salta un turno e ricomincia dal via, senza prendere il bonus. Vivi la tua vita, vivi la vita che ti è stata data, vivi la vita perché è un tuo dovere, una tua responsabilità, devi essere adulto, devi essere responsabile, la vita ti ha scelto, tu devi onorarla.


La vita ti ha scelto, ti ha onorato, ti ha dato un incarico importante, ti ha voluto come suo interprete nell’esistenza delle cose. Non puoi tradire la vita, se tradisci la vita tradisci te stesso.

Salire al sole

pendii rocciosi

erba bagnata

nuovi odori

piccole vite

che affiorano

con forza

spuntando dal legno

in nuove forme

e colori

e gioia

e vita

che si apre fanciulla

con coraggio

all’infinito.

E’ un ciclo continuo

lento, ritmato,

un ciclo continuo,

da sempre esistito.

E anche se l’uomo

coscienza non ha

la vita da sola

per sempre esisterà.






Dott. Alberto M. Trabucco


-Libero Professionista

-Laureato in Scienze della Comunicazione Univ. La Sapienza di Roma

-Regista e Produttore Televisivo


mail: albertomariatrabucco@gmail.com

cell: +39 327 4055254 (Signal-Telegram)

Linkedin: Alberto Maria Trabucco

Fb: Alberto Maria Trabucco

Roma, 19 Aprile 2021

31 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti